Aragona: “Pilomat spreco di risorse pubbliche, proprio come avevamo già preventivato”

Le cifre emerse sui costi di gestione e di manutenzione fanno emergere ciò che come Fratelli d’Italia siamo stati i primi a sostenere: i pilomat, annunciati e realizzati con grande enfasi dall’allora Assessore Tutino, non solo non hanno mai funzionato, ma hanno rappresentato un inutile e preventivabile spreco di risorse pubbliche. Da inizio 2019, quando furono posizionati i primi, è stato un susseguirsi di eventi che, in taluni casi, hanno anche rasentato il ridicolo, tra malfunzionamenti e altre problematiche legate alla loro gestione. Oggi scopriamo che oltre ai 182 mila euro già spesi come costo iniziale, altri 50 mila euro sono stati stanziati nel 2020 per la loro manutenzione straordinaria, per dei dissuasori che di fatto oggi sono quasi tutti tenuti abbassati. Anche in questo caso, invece che proseguire pervicacemente su un progetto costoso e sbagliato, l’amministrazione avrebbe fatto meglio a fare un passo indietro ed ascoltare le istanze dei cittadini e dei commercianti, del centro storico in primis, che a gran voce avevano ribadito l’inutilità di un intervento che non avrebbe risolto nessun problema e che per contro avrebbe provocato ulteriori criticità soprattutto nella fruizione del centro storico.Mettere fine a questa situazione, sarà una delle priorità di Fratelli d’Italia quando amministrerà il Comune dal 2024. 

Alessandro Aragona

Coordinatore provinciale FDI Reggio

Alessandro Aragona con Giorgia Meloni

MARTINI E CASALI (FDI): “MONOPATTINI ELETTRICI PERICOLOSI PER ANZIANI E DISABILI”

FDI denuncia: una “città delle persone” deve pensare alla incolumità di tutti e soprattutto dei disabili e degli anziani.
Ecco alcune considerazioni sui monopattini elettrici.
Questi nuovi mezzi, magnificati come “ecologici”, hanno già causato morti e feriti per responsabilità di guidatori che sfrecciano tra i pedoni a velocità eccessive, inosservanti delle più elementari norme di comportamento oltre che delle prescrizioni del Codice della Strada.
Proprio la maneggevolezza e la silenziosità dei monopattini li rendono pericolosi in quanto poco percepibili da chi sta attorno, specie se anziani o invalidi.
Inoltre si ricorda che attualmente la normativa non prevede per il conducente di monopattini l’obbligo della copertura assicurativa.
Conseguentemente, la Polizia Locale dovrà vigilare per prevenire e reprimere comportamenti irregolari.
L’Amministrazione comunale deve inoltre attuare idonee misure affinché questi mezzi non siano parcheggiati o abbandonati dopo l’uso, sui marciapiedi o in altri luoghi di passaggio pedonale, diventando così ostacoli pericolosi.
È infine il caso di ricordare, sempre in tema di sicurezza stradale, lo stato pietoso di certe strade comunali per buche ed avvallamenti, come peraltro le ciclo pedonali che necessitano di manutenzione.
Denunce già fatte sia dal responsabile comunale del Dipartimento di sicurezza FDI che dal Dipartimento di equità sociale.

I Responsabili
Dip. Legalità, Sicurezza e immigrazione
Cav. Ivaldo Casali
Dip. Equità Sociale e Disabilità
Patrizia Martini

Fratelli d’Italia Castellarano, il banchetto per la riforma della giustizia

CASTELLARANO – Sabato 24 luglio, dalle 9:00 alle 13:00, Fratelli d’Italia sara’ presente con un proprio banchetto in piazza “XX Luglio” a Castellarano per raccogliere le firme dei cittadini in relazione a 4 iniziative referendarie sulla riforma della giustizia. Nello specifico, Fratelli d’Italia raccogliera’ le adesioni per quattro proposte relative al vincolo delle firme per la candidatura al CSM, alla separazione delle carriere tra giudici e PM, alla responsabilità civile dei magistrati ed alla valutazione professionale delle toghe.

Fabio Ruini, presidente circolo Castellarano

Fratelli d’Italia, pienone al convegno “Due anni da Bibbiano”: dalla protesta alla proposta

Sabato 3 Luglio presso l’agriturismo “Il Bove” di Villa Sesso si è tenuto un importante convegno “2 anni da Bibbiano, dalla protesta alla proposta”. Dopo la presentazione del coordinatore provinciale Alessandro Aragona e del coordinatore regionale Michele Barcaiuolo, l’On. Maria Teresa Bellucci, responsabile nazionale del settore, ha presentato un accurato rendiconto dell’attività del Parlamento per le indagini sulle criticità che affliggono Servizi Sociali e Giustizia Minorile nel campo della protezione dei minori e le iniziative del gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia in proposito. La Garante dell’infanzia dell’Abruzzo ha presentato il DdL da lei elaborato fatto proprio dalla sua Regione e sostenuto anche da altri garanti e da vari parlamentari per l’istruzione di un “Ispettorato Nazionale per le Funzioni Sociali” per portare trasparenza in un settore tanto delicato quanto opaco. Il Consigliere Regionale della Toscana Francesco Torselli ha illustrato lo scandalo Serinper nella Lunigiana, squallido episodio politico-clientelare dove madri e figli in struttura erano tenuti in locali inadeguati e sovrappopolati in condizioni penose al limite della sopravvivenza nonostante gli importanti stanziamenti pubblici che venivano intascati dalla cooperativa (subentrata a una nota Coop reggiana). Ha chiuso un lungo e interessante dibattito tra legali specializzati nel diritto di famiglia e deputati di Fratelli d’Italia sulla protezione delle famiglie vittime di abusi da parte dei servizi. Alberto Bizzocchi, vice coordinatore regionale, ha chiuso il convegno moderato da Roberta Rigon, responsabile regionale famiglia, e Giuliano Braglia del gruppo di lavoro sugli affidi. Nonostante il periodo e il gran caldo la partecipazione è stata notevole da parte di amministratori, legali e semplici cittadini. Hanno portato il saluto anche varie decine di bikers dell’associazione Voce Bikers estremamente attiva sull’argomento.

l’On. Bellucci assieme a Michele Barcaiuolo e Alessandro Aragona

FDI, nuovo circolo a Gattatico: presidente sarà Paolo Savina

Savina con il coordinatore provinciale Alessandro Aragona

Nasce oggi ufficialmente il Circolo territoriale di Fratelli d’Italia di Gattatico – Bassa Val d’Enza. Ne dà notizia il coordinatore provinciale di Reggio Emilia, Alessandro Aragona: “Il nuovo circolo mette le radici in un territorio abitualmente molto refrattario ai cambiamenti politico amministrativi, dove le idee di destra hanno sempre fatto fatica ad attecchire e trovare consenso. Fratelli d’Italia è riuscito nell’intento di creare un circolo territoriale dove nessun partito di centrodestra era riuscito prima, segno del radicamento che il nostro movimento ha sui territori. Con l’apertura odierna, salgono a 16 i circoli territoriali presenti ed operativi nella nostra provincia”.
“Oggi, per la prima volta dai tempi della Democrazia Cristiana, le idee alternative a quelle della sinistra possono trovare una casa, anche nel nostro Comune”, ha dichiarato il neo presidente Paolo Savina, già consigliere del gruppo Centrodestra Gattatico e capogruppo
in Unione Val d’Enza per Fratelli d’Italia. “Il nostro circolo avrà sede nel Comune di Gattatico, ma abbraccerà di fatto anche i territori di Campegine e Sant’Ilario, da cui già provengono alcuni tesserati, ed avrà l’obiettivo di lavorare in sinergia con le realtà locali, spaziando in un territorio già di per sé molto legato dalle vicende storiche del recente passato e reso oggi ancor più interconnesso dalla realtà socio economica che la creazione del casello di Terre di Canossa ed il futuro sviluppo dell’area sovracomunale APEA ha di
fatto creato tra i tre comuni.”


“In pochi mesi stiamo assistendo ad una crescita esponenziale del nostro partito in tutto il territorio provinciale, in buona parte dovuta sicuramente al traino del partito a livello nazionale ma anche grazie all’impegno dei nostri rappresentanti sul territorio che giorno dopo giorno portano avanti i nostri ideali ed in particolare la difesa della famiglia, la sicurezza, la difesa di chi è in difficoltà, tutto questo non senza ostacoli posti da un intero
sistema che nella nostra provincia è governato e gestito dalla Sinistra. Un grazie va a tutte quelle persone, come Paolo Savina, che per il bene di tutti sottrae tempo al lavoro e ai propri affetti per creare nuovi centri di approfondimento e aggregazione, come sarà il nuovo circolo della Bassa Val d’Enza. Così l’On. Gianluca Vinci.
“Conosco Paolo Savina da tanti anni e ammiro l’impegno che ha sempre dimostrato in consiglio comunale a Gattatico, da Vice Coordinatore Regionale posso dire che la nascita di un nuovo circolo sul nostro territorio dimostra come anche a Reggio Emilia una alternativa al PD sia possibile, Fratelli d’Italia è un partito che guarda avanti, con tanti giovani e meno giovani che si avvicinano ogni giorno per portare il loro contributo, il circolo della Bassa Val d’Enza sarà una occasione in più per portare la politica vicina a tutti quei cittadini che vogliono il cambiamento.” Così Alberto Bizzocchi Vice Coordinatore Regionale FdI.

Campi nomadi Correggio, Nanetti: “traffico rifiuti e roghi tossici come nella Terra dei Fuochi”

Nei “campi nomadi” di Correggio come se non bastassero discariche abusive e traffici di rifiuti inquinanti, l’ultimo scoperto dai Carabinieri con l’operazione “Esmeralda”, ora anche gli incendi? Rifiuti speciali e roghi tossici, dunque, o l’amministrazione PD s’impegna sulle problematica dei “nomadi”, come fa con gli altri cittadini, o dobbiamo rischiare una “Terra dei fuochi” emiliana?
Sono accorsi i Vigili del Fuoco per domare il rogo, lunedì di fronte al campo “nomadi” in via Sinistra Tresinaro e, anche Polizia locale per bloccare le strade invase dal fumo. E, oltretutto, hanno scoperto nuovi cumuli di rifiuti.
Bisogna stroncare altri episodi di degrado e pericolo, subito. Conseguentemente s’indaga per capire se l’incendio sia accidentale o doloso, magari proprio per sbarazzarsi, irresponsabilmente, da rottami ammucchiati e già segnalati dai cittadini, da anni. 
Quindi la videosorveglianza che, stando al comune ora è stata finalmente posizionata (quella telecamera promessa dal sindaco a novembre 2018), ha ripreso qualcosa o no? 
Di certo per la videosorveglianza, anche notturna è indispensabile adeguare la pubblica illuminazione.Pertanto speriamo che per 4 lampioni, l’amministrazione PD non ci metta quasi 3 anni, come per quella telecamera. 

Andrea Nanetti
presidente circolo F.lli d’ITALIA Correggio

Andrea Nanetti

Il Consigliere Provinciale Carlo Bronzoni aderisce a Fratelli d’Italia lasciando la Lega

Passa con Fratelli d’Italia Carlo Bronzoni, candidato sindaco a San Polo d’Enza nel 2018 per la lista “Per San Polo” appoggiato da Fratelli d’Italia e Lega, ora capogruppo in consiglio comunale, consigliere nell’Unione dei Comuni della Val d’Enza, consigliere provinciale di Reggio Emilia.
Svariate le ragioni della decisione: “Ringrazio gli amici Alessandro Aragona, Alberto Bizzocchi e l’On. Gianluca Vinci per l’accoglienza riservatami in FDI, partito che mi ha sostenuto in Provincia nel gruppo consiliare Terre Reggiane e nel quale oggi mi riconosco pienamente per principi e battaglie identitarie.
Sono un uomo di destra e in quell’area politica mi sono sempre identificato.
Non condividendo l’orizzonte politico dell’apparentamento-fusione con Forza Italia, lascio Lega per Salvini Premier dopo essermi dimesso dal ruolo di organizzativo provinciale a inizio anno.
Di questo processo di fusione non condivido le ripercussioni a livello locale, dove da tempo critico un accentuato interesse da parte della dirigenza per gli eletti (alcuni) a scapito di tesserati e di militanti, che invece rappresentano localmente la base del partito.” queste le parole di Carlo Bronzoni.

Carlo Bronzoni


A commentare il nuovo arrivo è il coordinatore provinciale Alessandro Aragona, che spiega: “Con l’ingresso del Consigliere Provinciale Carlo Bronzoni si allarga ulteriormente la famiglia di Fratelli d’Italia, che si caratterizzera’ ancora di piu’ per competenza e capacita’ di radicamento sul territorio, elementi che oggi rappresentano un carattere distintivo della nostra azione politica”.

Aragona con Giorgia Meloni

L’avvocato Carlo Bronzoni entra in Fratelli d’Italia all’interno del Circolo Val d’Enza presieduto dal vice coordinatore Regionale Alberto Bizzocchi anche Presidente del circolo di FdI della Val d’Enza.
Per Fratelli d’Italia l’ingresso di Carlo Bronzoni rappresenta sicuramente un valore aggiunto.
Con l’esperienza politica e professionale di Bronzoni, FDI avrà un importante punto di riferimento sul territorio” così il Vice Coordinatore Regionale Alberto Bizzocchi.

Alberto Bizzocchi

“Carlo Bronzoni negli anni è sempre stato in prima linea nella lotta contro la Sinistra reggiana che noi tutti conosciamo bene, la sua adesione a Fratelli d’Italia consoliderà ulteriormente la nostra struttura anche in vista delle prossime sfide che ci attendono” così l’On. Gianluca Vinci.

Gianluca Vinci

Campo nomadi Budrio, Nanetti: “operazione Carabinieri smaschera incapacità Pd”

Con l’operazione “Esmeralda” Carabinieri e magistratura hanno smascherato il lucroso traffico di materiali ferrosi inquinanti (e cancerogeni), dal campo “nomadi” in via Fossa Ronchi a Budrio. Da cui risultano transitate, nel solo 2018, ben 1800 tonnellate. Oltretutto già nel 2016, in quel campo, l’allora Corpo Forestale scoprì un traffico simile. 
Il campo di via Fossa Ronchi, uno dei 4 a Correggio, come quello in via Sinistra Tresinaro, in cui i cittadini segnalano (e fotografano) da anni, un degrado recidivo, con discariche abusive a cielo aperto. Mentre i cittadini diligenti nella raccolta differenziata, pagano le tasse sui rifiuti. 
Nel novembre 2019 a una petizione indetta da me e Davide Menozzi, contro quell’abusivismo impunito, il sindaco Malavasi, dichiarò (foto sotto) “È stata posizionata una telecamera di controllo”.
Invece quella telecamera non c’è.

Andrea Nanetti

Ricordo che davanti al municipio organizzai una manifestazione apartitica, il 20 giugno 2015, per chiedere all’amministrazione PD, verso i “nomadi stabili” uguaglianza di diritti e doveri come agli altri residenti. Scesero in piazza ben un centinaio di Correggesi. 
Ora un illecito pericoloso pure sanitariamente, in un territorio già inquinato e, con residenti preoccupati per l’impatto ambientale della mega centrale biogas in costruzione a Gavassa, infilata al confine comunale tra Reggio, San Martino e Correggio.
L’ennesimo abuso a Budrio, riconferma anche l’incapacità dell’amministrazione verso i cosiddetti nomadi, in verità stabiliti a Correggio da cinquant’anni e notoriamente coccolati dal PD con regalini e favoritismi. Conseguentemente a discapito degli altri cittadini (contribuenti).Ed ecco i loro risultati. 
Come ricordato da Legambiente, dato il rischio d’impunità per la prescrizione dei reati, speriamo che la giustizia agisca puntualmente. Quindi non come l’amministrazione PD.
Andrea Nanetti Presidente Circolo F.LLI D’ITALIA Correggio

Saman, conferenza della Lega a Novellara con novità esclusive sul caso della giovane pakistana

Domani Giovedì 17 Giugno alle ore 11 presso la sala riunioni dell’Albergo Alexander in Via Cartoccio 1 a Novellara, si terrà la conferenza stampa dei Consiglieri Comunali e dei Consiglieri dell’Unione Bassa Reggiana con novità sulla vicenda di Saman.

Parteciperanno alla conferenza stampa:

Cristina Fantinati – Capogruppo Centrodestra Unione Bassa Reggiana

Luca Dall’Aglio – Consigliere Comunale Centrodestra Novellara

Ivo Germani – Consigliere Comunale Centrodestra Novellara

Matteo Melato – Segretario Provinciale Lega

Fratelli d’Italia, nomina a Catia Silva: sarà responsabile provinciale dipartimento vittime mafia

Catia Silva sarà la nuova responsabile provinciale dipartimento di Fratelli d’Italia per le vittime delle mafie.

A ufficializzare la nomina, il coordinatore provinciale FDI Alessandro Aragona, che spiega: “Grazie all’impegno antimafia per il suo territorio, Catia Silva ha raggiunto risultati importantissimi contro le infiltrazioni della criminalità organizzata nella Bassa Reggiana. Per questo, Fratelli d’Italia è lieta di affidare a Catia questo importante ruolo come riconoscimento della sua fondamentale attività contro le mafie locali, che non si è fermata neppure dopo le minacce e le intimidazioni ricevute dai capoclan dell’ndrangheta”.


Fratelli d’Italia è in prima fila nella lotta alla malavita e alle pressioni che essa esercita – conclude Aragona – Ricordiamo che, in completa solitudine, Catia denunciò la presenza della mafia a Brescello ben prima del commissariamento. Oggi più che mai bisogna tenere aperti gli occhi e saper cogliere i segnali di criticità: con le difficoltà economiche portate dall’emergenza sanitaria le mafie rischiano di proliferare sempre di più”.

Alessandro Aragona con Giorgia Meloni


“Un ruolo che riconosce la sua forza è il suo coraggio nel denunciare e far conoscere a tutti la presenza di associazioni mafiose sul territorio, in anni nei quali la Sinistra negava tutto. Ci onora appoggiarla in questa battaglia”, così l’Onorevole Gianluca Vinci.

On. Gianluca Vinci