Inaugurazioni (in)opportune al tempo del Covid

Gran passerella di istituzione all’inaugurazione del nuovo centro vaccinale di Santa Vittoria di Gualtieri, alla presenza degli otto sindaci della Bassa Reggiana, del Presidente dell’Unione Camilla Verona, del Consigliere Regionale Andrea Costa, di alcuni Dirigenti dipendenti dell’Unione, “con tanto di musica, fotografi e taglio del nastro”. A denunciarlo è la consigliera Unione Bassa Reggiana Cristina Fantinati (Lega), a seguito di diverse segnalazioni dei cittadini che disapprovavano l’evento.

In un’epoca in cui muoversi e andare a trovare le persone care sono normalità fortemente soggette a restrizioni dalle disposizioni ministeriali, certo stona parecchio vedere un’inaugurazione in pompa magna di cui, certamente, si poteva fare a meno. Dopo aver reso noto il caso alla stampa, la consigliera Fantinati annuncia un atto ispettivo: “Ho depositato un’interpellanza al Presidente dell’Unione per cercare di chiarire i tanti dubbi su tale inaugurazione”.

Cristina Fantinati

“Innanzitutto vorrei capire chi ha organizzato tale cerimonia solenne, chi è stato invitato a partecipare, chi ha la competenza sulla gestione di tale centro vaccinale, visto che ad oggi non c’è alcun atto dell’Unione Bassa Reggiana a riguardo.

Infatti, a parte il Comune di Gualtieri che ha messo a disposizione la sede in comodato d’uso gratuito e ha offerto la copertura delle spese relative alle utenze, non risulta ci siano atti in cui si dichiari che l’Unione Bassa Reggiana o gli altri 7 comuni della Bassa abbiano contribuito direttamente alla realizzazione/gestione di tale centro vaccinale”. 

Una mancanza di informazioni sulla quale la consigliera chiede chiarezza: “Se corrisponde al vero che all’apertura di tale centro vaccinale di Santa Vittoria corrisponde la prossima chiusura del centro vaccinale di Guastalla, pertanto il centro di Santa Vittoria andrebbe a sostituire quello di Guastalla.

Se corrisponde al vero che, come dichiarato all’inaugurazione, verranno vaccinate 500 persone al giorno, pertanto, considerando una popolazione nel distretto di poco più di 70mila persone, compresi i neonati, entro fine Agosto tutta la popolazione della Bassa Reggiana sarà stata vaccinata (minorenni compresi).

Se corrisponde al vero che non è stato organizzato alcun servizio di trasporto gratuito per accompagnare al centro vaccinale le persone che ne hanno necessità, se non a pagamento e rivolgendosi alle varie associazioni disponibili dei vari comuni della Bassa; se si intenda porre rimedio a tale disservizio, organizzando un trasporto gratuito per i cittadini in difficoltà”. 

Fantinati non risparmia una “stoccata” a Andrea Costa: “Venendo poi alla passerella in questione, vorrei sapere a quale titolo fosse presente tra le Autorità, con tanto di taglio del nastro e foto ufficiali, il Signor Andrea Costa, se a titolo di ex-Sindaco, nel qual caso chiedo di fornire gli inviti inviati a tutti gli altri ex-Sindaci della Bassa, o se a titolo di Consigliere Regionale, nel qual caso chiedo di fornire gli inviti inviati a tutti gli altri Consiglieri Regionali. Non solo: vorrei sapere a quale titolo fossero presenti tra le Autorità, con tanto foto ufficiali, alcuni dirigenti dipendenti dell’Unione Bassa Reggiana”.

Ma la parte certamente più grave era l’assembramento, inequivocabilmente immortalato dalle tante fotografie di dominio pubblico, in cui si vedono una ventina di persone, tra sindaci e dirigenti vari, senza il distanziamento previsto dalla normativa. “Quale esempio si pensa di avere dato ai cittadini, decidendo di organizzare un’inaugurazione con cerimonia solenne, considerando che la legge impone ai cittadini di non uscire di casa se non per motivi di salute, lavoro o necessità, considerando che siamo in zona rossa, considerando che gli 8 Sindaci, che vediamo nelle foto senza il necessario distanziamento, sono gli stessi che fanno continui appelli ai cittadini affinchè non creino assembramenti e rispettino le distanze previste dalla normativa, considerando infine che nemmeno ai bambini e agli studenti è permesso di fare la foto di classe di fine anno scolastico a scuola.

Credo di rappresentare il sentimento dei cittadini, dicendo che l’apertura di questo centro vaccinale sia un risultato importante il cui merito, direttamente o indirettamente, vada però attribuito a tutta la cittadinanza; proprio per questo credo che sia totalmente fuori luogo fare inaugurazioni e cerimonie, che sembrano essere passerelle politiche e operazioni di immagine, alla faccia dei cittadini chiusi in casa, che soffrono per la situazione sanitaria e per quella economica”, conclude così Cristina Fantinati. Perché le regole valgono per tutti, ma per qualcuno, forse, più di altri.

Leave a Comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s